Il Campionissimo raccontato attraverso emozionanti mostre antologiche

..la storia del ragazzo, dell'uomo, del campione, raccolta in straordinarie immagini fotografiche, raccontata da scrittori e giornalisti famosi, vissuta attraverso le sue maglie, le sue bici, le sue cose. 
Una serie di mostre giramondo, itineranti, che per le città che le ospitano diventano eventi primari, suscitando grande interesse nel pubblico e nei media. 
Un successo che si ripete ad ogni nuova presentazione. 

Ciao, Campionissimo

"Ciao, Campionissimo" è la nuova mostra dedicata al 50° anniversario della morte di Coppi. 
Realizzata da Giuseppe Castelnovi (già caporedattore della rosea) in collaborazione con l'archivio della Gazzetta dello Sport, racconta in rapido volo le vicende di una vita straordinaria suddivisa in capitoli: "L'alba della Leggenda", "Un'annata coi fiocchi", "La stagione trionfale" e tanti altri. 
Sui pannelli le foto storiche, le maglie, le vittorie, gli aneddoti, i piazzamenti, le curiosità, le vignette di Carlo Baffi, Stefano Frosini e Roberto Giannotti. 
In ogni capitolo la testimonianza di giornalisti e scrittori famosi: Ortio Vergagni, Curzio Malaparte, Indro Montanelli, Emilio De Martino, Giovanni Arpino, Alfredo Martini e altri ancora. 
Completano la mostra biciclette e maglie storiche, cimeli e documenti. 

Fausto Coppi una leggenda senza confini

La mostra "Fausto Coppi una leggenda senza confini" racconta la straordinaria storia umana e sportiva del grande Campione, suddivisa in aree tematiche ("I suoi Giri", "I suoi Tour", "I suoi fedeli", "Le sue maglie" e molte altre ancora) con testi in italiano, inglese e francese. 

L'Airone e l'Aquila

La mostra, tratta dal calendario di Fausto realizzato in collaborazione con l'archivio de La Gazzetta dello Sport, è dedicata alla storia di due uomini, due campioni che hanno scritto pagine indimenticabili del periodo d'oro del ciclismo italiano. 
Caratteri diversi, protagonisti di una storia di rivalità sulle strade e di amicizia nella vita, che la suggestiva immagine del passaggio di borraccia consegna alla storia, raccontati da fotografie e vignette con brevi commenti di giornalisti famosi.

Le sue montagne

Tratta dal calendario di Fausto Coppi, realizzata in collaborazione con l'archivio de La Gazzetta dello Sport, la mostra racconta delle grandi salite e delle cime che ha conosciuto e conquistato durante la sua straordinaria carriera. 
Dall'Abetone del 1940 alla Bocchetta del 1955, attraverso le Alpi e i Pirenei fino alla mitica impresa dello Stelvio: la storia in salita di un uomo solo al comando. 

Informazioni utili

Le mostre, di diversi formati, sono dotate di strutture autoportanti, facili da posizionare e possono essere allestite anche in spazi di pregio artistico. 
Il Consorzio ne cura la logistica, fornisce materiale promozionale, collabora all'organizzazione della cerimonia di inaugurazione. 

Info: 
  • email: mostre@faustocoppi.it
  • tel. +39 0143 322118

Regione Piemonte